Sign In Forgot Password

TAVOLO DI CONSULTAZIONE UCEI/FIEP

11/09/2020 11:53:45

Sep11

Le Comunità Ebraico Progressive italiane, presenza ormai consolidata nell’ebraismo italiano, da tempo chiedono attraverso la loro Federazione, la Fiep, il riconoscimento dei diritti che lo Stato concede agli ebrei del nostro Paese attraverso l’Intesa raggiunta tra lo Stato e  l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Su questa base la Fiep ha inviato all’Ucei la richiesta di un riconoscimento alla quale l’Unione delle Comunità Ebraiche ha risposto indirettamente, negandone la  possibilità  ricorrendo all’interpretazione – da noi non condivisa – che l’Ebraismo Progressivo non rientrerebbe nelle “istituzioni dell’ebraismo italiano, da sempre inquadrate nell’ambito del mondo ebraico ortodosso”.

Nello stesso tempo l’Ucei si è dichiarata disponibile a un confronto a cui le realtà italiane dell’Ebraismo Progressivo – pur continuando a perseguire quelli che ritengono diritti legittimi – non si sono sottratte, convinte che approfondendo la reciproca conoscenza si possa arrivare a un dialogo e a rapporti sereni, contribuendo a un arricchimento dell’ebraismo italiano.

In questi mesi il confronto è iniziato con due incontri, il 29 gennaio e il 15 giugno, delle delegazioni composte per la Fiep dalle presidenti Franca Eckert Coen e Joyce Bigio, e dai presidenti delle comunità locali Carlo Riva (Lev Chadash Milano), Carey Bernitz (Beth Shalom Milano), Stefano Ridolfi (Beth Hillel Roma), Leonard Robbins (Shir Hadash Firenze) e Sandro Ventura, segretario Fiep; per l’Ucei da da rav Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma, rav Giuseppe Momigliano, rabbino capo di Genova, vice-presidente dell’ARI ed assessore UCEI con delega al culto, Livia Ottolenghi, assessore UCEI con delega a scuola formazione e giovani, Davide Jona Falco, coordinatore della commissione UCEI Statuto e regolamenti.

L’Ucei nel primo incontro ha proposto di discutere alcuni punti riguardanti possibili necessità ‘cultuali da parte dell’ebraismo progressivo e di collaborazione in merito a sicurezza, lotta all’antisemitismo e antisionismo, produzione ebraica contemporanea. Temi approfonditi anche nell’incontro di giugno, al termine del quale si è ribadita la necessità di continuare il confronto decidendo, inoltre, di diffondere comunicati separati, ma concordati, sull’avvio del Tavolo di consultazione.

Delegazione Fiep Tavolo di Consultazione con Ucei

----

Quesi i comunicati delle due delegazioni:

Si è tenuto il 15 giugno 2020 il secondo Tavolo di consultazione  tra l’Unione comunità ebraiche italiane e la Federazione italiana ebraismo progressivo con l’incontro tra i rappresentanti dell’ UCEI (rav Riccardo Di Segni, rav Giuseppe Momigliano, Davide Jona Falco, Livia Ottolenghi) e della FIEP, Federazione Italiana per l’Ebraismo Progressivo (Franca Eckert Coen, Joyce Bigio, Carlo Riva, Leonard Robbins, Carey Bernitz, Stefano Ridolfi e Sandro Ventura).

Obiettivo del Tavolo di consultazione è approfondire la reciproca conoscenza, affrontando temi e problemi di comune interesse per una maggior collaborazione per il bene comune dell’ebraismo italiano.

La Delegazione FIEP

----

Dopo il primo incontro del 29 gennaio 2020, il giorno 15 giugno 2020 si è tenuto il secondo incontro del Tavolo di Consultazione tra l’UCEI-Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e la FIEP-Federazione Italiana Ebraismo Progressivo. La delegazione dell’UCEI, designata dalla Giunta, è composta da rav Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma, rav Giuseppe Momigliano, rabbino capo di Genova, vice-presidente dell’ARI ed assessore UCEI con delega al culto, Livia Ottolenghi, assessore UCEI con delega a scuola formazione e giovani, Davide Jona Falco, coordinatore della commissione UCEI Statuto e regolamenti. Erano presenti al secondo incontro per conto FIEP le due presidenti Franca Eckert Coen e Joyce Bigio, quest’ultima anche consigliera UCEI, oltre ai rappresentanti delle quattro congregazioni locali Carlo Riva, Leonard Robbins, Carey Bernitz, Stefano Ridolfi e Sandro Ventura.
Il Tavolo di consultazione è stato istituito su proposta della delegazione UCEI designata dalla Giunta UCEI; scopo dell’iniziativa è avviare innanzitutto un momento di reciproca conoscenza che consenta un dialogo sereno tra le due istituzioni, pur consapevoli delle differenze di base che le contraddistinguono. Nell’ambito dell’approfondimento di temi ed istanze poste da FIEP sono state prese in considerazione in maniera più specifica le necessità cultuali (miloth, spazi cimiteriali, calendario festività, ecc), e questioni di sicurezza, si è anche accennato ad eventuali argomenti di comune interesse legati alla Memoria, ad Israele, alla lotta contro antisemitismo e antisionismo, ed alla produzione culturale ebraica contemporanea. Nella seconda riunione è proseguito un dibattito ordinato sugli argomenti all’ordine del giorno e si è convenuto per un nuovo aggiornamento in un prossimo incontro. La delegazione UCEI ha riferito gli esiti del lavoro fin qui compiuto alla Giunta UCEI.

UCEI

dom, 27 settembre 2020 9 Tishrì 5781