Benedizioni di chanukkà

 
Baruch Dayan HaEmeth
 
E' mancata la nostra cara amica Fernanda Diaz, già membro del direttivo di Lev Chadash. La ricorderemo sempre sorridente e aperta, una persona piena di curiosità, idee, energia, capacità di ascoltare e di fare.
Lev Chadash si stringe nel suo ricordo alle famiglie Diaz e Cattaneo e a quanti le hanno voluto bene.
Sia il suo ricordo benedizione.
 
NECROLOGIO CORRIERE DELLA SERA
 

La Comunità Ebraica Progressiva Lev Chadash ricorda con affetto Fernanda Diaz la sua capacità di amare e l'attaccamento alle radici ebraiche.

Milano, 13 dicembre 2017

chi volesse partecipare può aggiungere il suo nome

Lev Chadash sta raccogliendo:
- vestiti (non importa se estivi o invernali)
- coperte e asciugamani 
- scarpe (non importa se estive o invernali)
- saponi, schiuma da bagno e shampoo (meglio le confezioni monodose)

Quest'anno consegneremo il ricavato della raccolta benefica ai City Angels

BENVENUTI A LEV CHADASH

 

PERCHE' LEV CHADASH?
PERCHE' UNA SINAGOGA PROGRESSIVE IN ITALIA? 

 

 

Perché l’ebraismo è movimento, una civilizzazione e una tradizione che abbiamo ricevuto per farla vivere nel presente e trasmetterla al futuro.

 

Perché perché pensiamo che l'ebraismo e l'halakhà siano sistemi evolutivi. Lo sapevano già i nostri padri, che concepivano Dio come il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe: ogni generazione con un suo continuo ma differente rapporto col Divino. E Moshé stesso, trasportato - come racconta il Midràsh - nella generazione di Rabbi Akiva, trovò nell’ebraismo di quella generazione un modo nuovo, quasi irriconoscibile, di imparare ed insegnare la sua Torah. E ne fu sconcertato, prima di comprenderlo e capirlo nella sua continuità.

 

Perché il Talmud è studio, commento, interpretazione, applicazione e continuazione della Torà con elementi di innovazione. È un metodo e un processo che dobbiamo continuare, non un codice da cristallizzare.

 

Perché il pluralismo ebraico esiste oggi come è esistito nel passato e occorre riconoscerlo come un fatto positivo, una ricchezza, una caratteristica profondamente ebraica.

 

Perché crediamo che non si debba giudicare nessuno secondo il suo grado di osservanza, e crediamo alla trasmissione dell’amore per le mitzvòt come parte dell’amore per Israele e come ricerca del divino. Un quadro di riferimento all’interno del quale ognuno ha il compito di trovare una sua via personale, in libertà di coscienza.

Lev Chadash è affiliata alle due associazioni

dell'ebraismo progressivo mondiale: 

EUPJ e WUPJ       

                                                  

 

 

sab, 16 dicembre 2017 28 Kislèv 5778